+39 392.2804355
7 Giugno 2011
/

MI3ROS 2011 Art Festival – Mostra collettiva di arte erotica

MI3ROS 2011 ART FESTIVAL

Mostra collettiva di Pittura e Arte Erotica

INAUGURAZIONE: SPAZIO REVEL SCALO D’ISOLA Via Tahon de Revel, 3 – Milano

07/06/2011 – 19:00/24:00  (vernissage inaugurazione)
08/06/2011 – 15:00/24:00 (su appuntamento)

PROSEGUIMENTO: GALLERIA IT’S MY Via Trezzo D’Adda, 3 – Milano (zona Tortona):

09/06/2011 – 14:00/18.30 (aperto al pubblico)
10 e 13/06/2011 – 10.30/12.30 – 14:00/18.30 (aperto al pubblico)

Evento a cura del Maestro Michell Campanal
Per info e dettagli: http://www.facebook.com/event.php?eid=103625403005412

 

TRASPOSIZIONI PORNO-KITSCH

INTRODUZIONE ALLE OPERE DI JOHNNY PIXEL

TRASPORRE: Mutare o invertire la collocazione di due o più elementi all’interno di un ordine preciso.

Le TRASPOSIZIONI sono frutto di un percorso artistico lungo circa 14 anni, nel quale ho ricercato e sperimentato, con l’uso di varie tecniche, di rappresentare le mie visioni oniriche legate a realtà e sessualità, contaminate da pensieri ed emozioni quotidiane.

COME NASCE UNA TRASPOSIZIONE: Partendo da una realtà fisica e concreta, tramite la ricerca della posizione ideale a trasmettere l’emozione che voglio comunicare, servendomi di una musa, inizio la sua virtualizzazione tramite una luce dedicata, che ha un ruolo fondamentale nel nascondere e comprimere la fisicità per preparare la realtà alla virtualizzazione. Questa avviene, in un primo passaggio, tramite una tela bianca impressionata solo per pochi attimi, giusto il tempo di catturarne l’essenza.

Questa essenza, resa virtuale tramite l’utilizzo di una macchina fotografica digitale, che ha il ruolo primario di inizializzare il passaggio da una realtà ad un’altra, dalla realtà fisica alla realtà pittorica, verrà preparata ad essere contaminata per poi essere ri-fisicizzata.

L’immagine così virtualizzata, viene contaminata, rielaborata e preparata per essere nuovamente trasposta con l’utilizzo di tecniche materiche, le quali hanno la funzione di rendere nuovamente fisica l’immagine e completare così la migrazione da una realtà ad un’altra.

Le TRASPOSIZIONI si concludono e prendono vita con il passaggio dell’immagine su tela, tramite l’utilizzo dei mezzi classici di pittura, quali pennelli, colori ed emozioni; ha così luogo la TRASPOSIZIONE da una realtà ad un’altra.

« Nel regno del Kitsch impera la dittatura del cuore. I sentimenti suscitati dal Kitsch devono essere, ovviamente, tali da poter essere condivisi da una grande quantità di persone. Per questo il Kitsch non può dipendere da una situazione insolita, ma è collegato invece alle immagini fondamentali che le persone hanno inculcate nella memoria »
[Milan Kundera]